FinanziamentiLavoro

Interventi regionali per la riduzione del costo del lavoro

La Regione Veneto con la  DGR 958  del 14/07/2020  ha affidato in house all’Ente Veneto Lavoro il progetto “Interventi regionali per la riduzione del costo del lavoro” per l’attuazione di una misura urgente per il mantenimento dei livelli occupazionali, a sostegno dei datori di lavoro veneti che risultano maggiormente colpiti alla situazione di emergenza Covid-19, al fine di proteggere l’occupazione evitando i licenziamenti durante la pandemia e contrastando l’aumento di persone che potrebbero trovarsi in stato di disoccupazione.

La misura prevede il rimborso di parte del costo delle imprese per i salari dei lavoratori reintegrati a seguito di sospensione o cessazione dell’attività lavorativa con causale COVID-19, nel periodo compreso tra il 23 febbraio 2020 e la data di presentazione della domanda.

CONTRIBUTO
Il contributo può variare tra il 50% e l’80% della retribuzione mensile lorda del personale dipendente dell’impresa richiedente. 
Sono sovvenzionabili da 3 a 6 mensilità, a decorrere dal 23 febbraio 2020 ed entro e comunque non oltre il 31 dicembre 2020.

Valore massimo di contributo:

-Classe A (da 1 a 5 dipendenti): €15.000

-Classe B (da 6 a 9 dipendenti): €25.000

-Classe C (da 10 a 25 dipendenti): €35.000

-Classe D (da 26 a 49 dipendenti): €50.000

E’ messo a disposizione un ammontare complessivo di risorse pari a € 34.679.000,00, di cui € 24.679.000,00 per il primo sportello e € 10.000.000,00 per il secondo.

Qualora, nell’attribuzione della sovvenzione non vi fosse capienza sufficiente di risorse finanziarie per finanziare tutte le domande ammissibili, si procederà ad una riparametrazione progressiva della percentuale di aiuto e poi del numero di mensilità.

DESTINATARI

PMI (imprese e lavoratori autonomi) aventi da 1 a 49 dipendenti, con sede legale e/o almeno un’unità produttiva in Veneto, delle seguenti attività economiche:

  • EDITORIA E CULTURA
  • TRASPORTO PASSEGGERI
  • SERVIZI TURISTICI

lavoratori presenti nella domanda di sovvenzione devono: 

-essere stati assunti con contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato, incluso il contratto di apprendistato professionalizzante, anteriormente alla data del 23 febbraio 2020; 

-essere stati beneficiari di ammortizzatori sociali con causale COVID-19; 

-essere a rischio licenziamento a causa degli effetti della sospensione o della riduzione delle attività aziendali dovuta alla pandemia;

-continuare a svolgere in modo continuativo l’attività lavorativa durante tutto il periodo per il quale è concesso l’aiuto, nelle unità produttive del richiedente presenti sul territorio regionale.

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

Le domande potranno essere presentate tramite il portale www.cliclavoroveneto.it nei seguenti periodi: 

1° sportello: 30 luglio 2020 – 4 settembre 2020

2° sportello: 5 settembre 2020 – 2 ottobre 2020

Per accedere ai servizi telematici del portale ClicLavoro Veneto è necessario essere registrati e disporre di un Accordo di Servizio con Veneto Lavoro per l’invio delle Comunicazioni Obbligatorio.

Per maggiori informazioni cliccate qui oppure chiamate e scrivete a:

Giovanna Favarato – 041.5490258 – mail: giovanna.favarato@isfidprisma.it
Fabrizio Collauto – 041.5490255 – mail: fabrizio.collauto@isfidprisma.it