ConsulenzaIn evidenzaSicurezza

OBBLIGO VACCINO OVER 50 ANNI E NUOVE REGOLE ISOLAMENTO E QUARANTENA

Durante le festività natalizie sono stati pubblicati due Decreti-legge che hanno introdotto l’obbligo vaccinale per i lavoratori over 50 e nuove regole per le quarantene, in particolare le novità principali riguardano:

  • Obbligo di vaccinazione per tutti i lavoratori che abbiano compiuto o compiano 50 anni entro il 15 Giugno 2022. Dal 15 Febbraio l’accesso al luogo di lavoro per i suddetti lavoratori potrà avvenire solo previa esibizione di Green Pass rafforzato (Super Green Pass rilasciato a seguito di vaccinazione o guarigione dal COVID-19). Qualora il lavoratore non si sia in possesso della certificazione, non si potrà fare ingresso nel luogo di lavoro. Se la mancanza del certificato viene comunicata o viene rilevata prima dell’ingresso al luogo di lavoro, il lavoratore viene considerato assente ingiustificato senza retribuzione, ma mantiene il proprio posto di lavoro. Se si fa ingresso nel luogo di lavoro senza certificazione e tale violazione viene rilevata dai normali controlli interni, il lavoratore viene allontanato, non ha diritto alla retribuzione e può subire sanzioni disciplinari, oltre che la sanzione irrogata dal Prefetto da €600,00 a €1.500,00.
  • Per i lavoratori che non hanno compiuto il 50° anno di età e per i quali ad oggi non sussiste l’obbligo vaccinale, rimangono le precedenti regole ovvero l’obbligo di esibire il Green Pass Base (ottenibile con tampone molecolare durata 72 ore, o rapido durata 48 ore);
  • Cambiano le regole per le quarantene e per l’isolamento a seguito di riscontrata positività secondo lo schema riportato di seguito:

CONTATTO STRETTO DI POSITIVO (ALTO RISCHIO)

DESCRIZIONE SOGGETTO

NON VACCINATI O CICLO PRIMARIO INCOMPLETO (FATTA SOLO PRIMA DOSE) O CICLO COMPLETATO (PRIMA+SECONDA DOSE) DA MENO DI 14 GIORNI

VACCINATO CON DUE DOSI DA PIÙ DI 120 GIORNI (4 MESI) GREEN PASS VALIDO E ASINTOMATICO

VACCINATO CON DUE DOSI DA MENO DI 120 GIORNI (4 MESI) O VACCINATO TERZA DOSE BOOSTER O GUARITO DA MENO DI 120 GIORNI E SINTOMATICO

MISURA DA ATTUARE

10 GIORNI DI QUARANTENA CON TAMPONE FINALE MOLECOLARE O ANTIGENICO (anche rapido) NEGATIVO

5 GIORNI DI QUARANTENA CON TAMPONE FINALE MOLECOLARE O ANTIGENICO (anche rapido) NEGATIVO

NO QUARANTENA.

5 GIORNI DI AUTOSORVEGLIANZA E 10 GIORNI DI FFP2. Se compaiono i sintomi fare subito molecolare o antigenico (anche rapido) da ripetere al 5° giorno dall’ultima esposizione se persistono i sintomi

SOGGETTO POSITIVO 
(TAMPONE MOLECOLARE POSITIVO O RAPIDO POSITIVO CON SINTOMI)

DESCRIZIONE SOGGETTO

VACCINATO CON DUE DOSI DA MENO DI 120 GIORNI (4 MESI) O VACCINATO TERZA DOSE BOOSTER

NON VACCINATI – VACCINATI CON CICLO PRIMARIO INCOMPLETO (SOLO PRIMA DOSE) – VACCINATI DA PIÙ DI 120 GIORNI DALLA SECONDA DOSE

MISURA DA ATTUARE

SINTOMATICO: 7 GIORNI DI ISOLAMENTO DALLA COMPARSA DEI SINTOMI (DI CUI ALMENO GLI ULTIMI 3 SENZA SINTOMI) E CON TAMPONE DI USCITA MOLECOLARE O ANTIGENICO (anche rapido) NEGATIVO.

ASINTOMATICO: 7 GIORNI DI ISOLAMENTO DAL PRELIEVO DEL PRIMO TEST POSITIVO CON TAMPONE DI USCITA MOLECOLARE O ANTIGENICO (anche rapido) NEGATIVO.

SINTOMATICO: 10 GIORNI DI ISOLAMENTO DALLA COMPARSA DEI SINTOMI (DI CUI ALMENO GLI ULTIMI 3 SENZA SINTOMI) CON TAMPONE DI USCITA MOLECOLARE O ANTIGENICO (non rapido, da farsi in laboratorio) NEGATIVO.

ASINTOMATICO: 10 GIORNI DI ISOLAMENTO DAL PRELIEVO DEL PRIMO TEST POSITIVO CON TAMPONE DI USCITA MOLECOLARE O ANTIGENICO (non rapido, da farsi in laboratorio) NEGATIVO.

Le nuove regole per le quarantene si applicano solo ai contatti stretti ad ALTO RISCHIO, così definiti:

  • una persona che vive nella stessa casa di un caso COVID-19
  • una persona che ha avuto un contatto fisico diretto con un caso COVID-19 (per esempio la stretta di mano)
  • una persona che ha avuto un contatto diretto non protetto con le secrezioni di un caso COVID19 (ad esempio toccare a mani nude fazzoletti di carta usati)
  • una persona che ha avuto un contatto diretto (faccia a faccia) con un caso COVID-19, a distanza minore di 2 metri e di almeno 15 minuti
  • una persona che si è trovata in un ambiente chiuso (ad esempio aula, sala riunioni, sala d’attesa dell’ospedale) con un caso COVID-19 in assenza di DPI idonei
  • un operatore sanitario o altra persona che fornisce assistenza diretta ad un caso COVID-19 oppure personale di laboratorio addetto alla manipolazione di campioni di un caso COVID-19 senza l’impiego dei DPI raccomandati o mediante l’utilizzo di DPI non idonei
  • una persona che ha viaggiato seduta in treno, aereo o qualsiasi altro mezzo di trasporto entro due posti in qualsiasi direzione rispetto a un caso COVID-19; sono contatti stretti anche i compagni di viaggio e il personale addetto alla sezione dell’aereo/treno dove il caso indice era seduto.

Per i contatti a BASSO RISCHIO, qualora si siano sempre indossate le mascherine chirurgiche o FFP2, non si applica la quarantena ma dovranno continuare a osservare le misure igienico sanitarie in vigore (mascherina, lavaggio delle mani, sanificazione, distanziamento).

Qualora si presentasse la situazione di un contatto stretto con un soggetto positivo, occorre rivolgersi al proprio medico di medicina generale o al pediatra di libera scelta e attenersi alle disposizioni che verranno date.

Per maggiori informazioni contattare

Giovanna Favarato: mail giovanna.favarato@isfidprisma.it  – tel  041 5490258  – cel 329 5906007

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.